Grande successo dell’Assonautica Nord Sardegna allo Yact Med Festival di Gaeta 2014

Visto l’estremo successo riscontrato lo scorso anno anche nel 2014 l’ Assonautica Nord Sardegna unitamente allo sportello nautica e alla CCIAA di SS, ha partecipato all’evento tenutosi a Gaeta dal 24 Aprile al 1 Maggio u.s.

L’obiettivo è stato quello di garantire e sostenere la visibilità e la partecipazione a una delle più importanti rassegne del settore per tutte le imprese del comparto nautico, della cantieristica navale, della nautica da diporto e per quanti concorrono alla promozione del turismo nautico dell’economia del mare e dei prodotti agroalimentari.

L’Assonautica Nord Sardegna ha coinvolto un numero importante di aziende rappresentanti tutti i  comparti del settore nautico tra le quali:

Navigo Sardegna con tutte le sue aziende,  Il Consorzio del Porto di Alghero, Cormorano s.r.l., la Marina di Stintino, lo Yacht Club di Porto Torres, la Nautilus s.r.l., la Sardinia Yacht Service, Porto Cervo Marina,  la Marina di Porto Rotondo.

Il “Progetto Cambusa” ha coinvolto alcune aziende dell’agroalimentare titolari di produzioni qualitativamente elevate (l’Accademia Olearia di Alghero, la Copuleta di Ozieri, la Cantina del Vermentino di Monti, Caseificio Pinna di Thiesi, l’oleificio Secchi di Sassari, il Salumificio Bardana di Chilivani, la Pasticceria Tifani di Bonorva)  le quali hanno messo a disposizione i propri prodotti, che sono stati promossi in un corner espositivo del Padiglione Assonautica ed apprezzati con molto entusiasmo in una degustazione organizzata dall’Assonautica del Nord Sardegna in occasione della seconda edizione degli Stati Generali delle Camere di Commercio di tutta Italia tenutasi il 30 Aprile 2014.


Assonautica Italiana SEA TEC 2014: Incontro Assonautica Italiana – Admiral Tecnomar

MARINA DI  CARRARA, 7 FEBBRAIO  2014

INCONTRO ISTITUZIONALE  ASSONAUTICA ITALIANA – ADMIRAL TECNOMAR

“THE ITALIAN SEA GROUP”

Ha avuto luogo a Marina di Carrara, a margine del Sea- TEc 2014, un incontro istituzionale tra il Segretario Generale di Assonautica italiana e Giovanni Costantino, Presidente e Ceo del Gruppo Admiral Tecnomar, The Italian Sea Group.

Matteo Dusconi ha portato i saluti del presidente nazionale di Assonautica italiana Alfredo MALCARNE, ed ha illustrato brevemente il company profile e la mission 2014 di Assonautica: informazione e formazione, economia del mare, innovazione, turismo nautico, internazionalizzazione, impresa, qualificazione e certificazione dei porti. Si è parlato naturalmente anche dell’articolazione mondiale di Assonautica attraverso la rete delle Camere di commercio all’estero, della partecipazione alle fiere internazionali ed anche dei magnifici rapporti istituzionali con i players della nautica australiana, molto interessati a contatti con i grandi produttori italiani di maxi yacht.

Il Segretario generale di Assonautica italiana ha presentato, in estrema sintesi, le linee fondamentali del progetto “Quality Marine®”: con tale progetto Assonautica – in collaborazione con il sistema delle Camere di commercio – intende costruire un percorso di qualificazione delle strutture portuali per promuovere lo sviluppo e la valorizzazione, in chiave qualitativa, dei porti turistici.  L’obiettivo finale dell’intervento è quello di creare strumenti standardizzati e omogenei applicabili su tutto il territorio nazionale utili a costruire, nel tempo, una “rete di strutture” qualificate e certificate.

Il Presidente Giovanni Costantino ha voluto far visitare tutto il complesso del grande cantiere, oltre 100.000 metri quadri operativi, 200 dipendenti e 5 maxi yacht in consegna per l’estate 2014.

The Italian Sea Group  è uno dei più grandi gruppi conglomerati della nautica italiana composto da Admiral Tecnomar (polo dello yachting di lusso e vela), NCA (polo della navalmeccanica ad alto valore tecnologico) e NCA Refit, attivo nel refitting per grandi navi e yachts. Admiral Tecnomar ha un piano industriale caratterizzato da tre direttrici di sviluppo: il consolidamento del core business dei mega yacht in alluminio e acciaio; lo sviluppo delle attività nell’area della cantieristica navale, con una particolare attenzione per le produzioni ad elevato contenuto tecnologico.